Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Società » Attualità » Rifiuti tecnologici

Rifiuti tecnologici

Rifiuti tecnologici A quanto pare sembrerebbe impossibile vivere senza cellulare, non parliamo poi del pc o del televisore ultra piatto al plasma, ma dove vanno a finire una volta che sono vecchi, visto che si tratta di rifiuti molto particolari e altamente inquinanti?

Rifiuti tecnologici

Viviamo in una società consumistica in cui ciascuno di noi è possessore di più di un cellulare, magari ha due televisori, due mp3 (uno per figlio) e chissà quanti altri prodotti tecnologici in giro per casa. Alcuni di essi sono considerati fondamentali magari altri superflui, sta di fatto che alla fine della loro vita ciascun piccolo o grande elettrodomestico o apparecchio tecnologico dev'essere buttato, si ma dove?





Cosa sono i RAEE?

I rifiuti elettronici si chiamano RAEE ovvero Rifiuti di Apparecchiature Elettroniche ed Elettriche sono la categoria di rifiuti che a livello globale sta aumentando di giorno in giorno a dismisura! L'Onu ha stimato tra i 20 e i 50 milioni le tonnellate di rifiuti hi-tech prodotti nel mondo».


Quale è la situazione nel nostro Paese?
In Italia il sistema collettivo per la gestione eco-sostenibile dei RAEE è rappresentato dal Consorzio Remedia, si tratta di un consorzio che allo stato attuale conta più di mille soci tra cui nomi noti quali Motorola e Samsung.
Ricordiamo poi che esistono dei controlli dei rifiuti differenziati che aiutano a individuare le quantità di questi tipo di rifiuti.


Quali sono in pratica i rifiuti RAEE?
Dalla Gazzetta Ufficiale del 29 luglio del 2005 ecco l'elenco che contempla tutti gli apparecchi considerati RAEE.

  • televisori
  • videoregistratori
  • lettori DVD
  • telecamere
  • macchine fotografiche
  • radio , impianti stereo,lettori Mp3, Mp4,cuffie
  • computer
  • telefoni e cellulari
  • elettrodomestici per la casa e la persona (frigoriferi, lavatrici, forni, aspirapolvere, ferri da stiro, tostapane, frullatori, asciugacapelli, rasoi),orologi
  • climatizzatori e ventilatori,
  • stufette elettriche
  • decoder
  • trapani, seghe, taglia-erba
  • giocattoli funzionanti con energia elettrica
  • strumenti musicali elettrici.

Dunque ciò sta a significare che se tutto ciò che è considerato in questo elenco non viene ben gestito nella raccolta differenziata può inquinare parecchio l'ambiente.


Chi consultare?
Consultare ad esempio il sito del proprio comune alla voce raccolta differenziata, e per i computer in particolare vi è il progetto Ecodigitale grazie al quale sono state recuperate 152 tonnellate di materiale informatico.


Cosa fare?
Come consumatore consapevole sarà bene portare queste apparecchiature nei punti di raccolta autorizzati, ad esempio alcuni negozianti ritirano il vecchio in cambio della vendita del nuovo. Leggete sempre bene sulle confezioni, perché per legge dal 2006 su macchine fotografiche, videocamere e in generale tutti le apparecchiature di questo tipo è riportato un simbolo con un piccolo bidone (divieto di bidone) dentro il quale appunto non va buttato genericamente l'apparecchio.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  rifiuti  
CONDIVIDI

2 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da Stordita
     

    Solo per aiutare chi legge, da Giugno 2010 è in vigore il Decreto n.65/2010 che obbliga i negozi a ritirare l'usato a fronte dell'acquisto di un nuovo prodotto. E' giusto pretenderlo e chi non lo fa viola la legge. Anche perchè nel prezzo del nuovo elettrodomestico o dispositivo elettrico è inclusa la tassa di smaltimento.

  2. Inviato da ulisse46m
     

    da me è già da 10 anni che facciamo la raccolta differenziata in tutti i suoi aspetti; però per la maggiore del territorio italiano sembra quasi impossibile far entrare nella testa che otemperare a questa scelta sia a salvaguardia della nostra salute, vedi specialmente al sud

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami