Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Salute » Psicologia » Acquario terapia: una nuova forma di Pet-therapy

Acquario terapia: una nuova forma di Pet-therapy

Cavalli, asini, cani, sono gli animali spesso usati per la pet therapy; da qualche tempo però sono stati scoperti anche gli effetti positivi dei pesci!

Acquario terapia: una nuova forma di Pet-therapy

La pet-therapy è la terapia nata per aiutare i bambini autistici a comunicare con il mondo esterno e negli anni si è scoperto che animali come cani, gatti, cavalli e leoni marini sono utili anche nel trattamento di altri disturbi come ansia, stress e iperattività.
Proprio per i suoi benefici questo tipo di interazione uomo-animale è stato introdotta in diversi ambiti come case di riposo, scuole, comunità terapeutiche ed ospedali per affiancare le cure tradizioni.
Da qualche tempo, oltre ai classici animali, le ricerche universitarie hanno messo in evidenza come anche i pesci e l'acquario terapia siano benefici in vari ambiti.

In casa, negli ospedali e negli uffici
Studi effettuati dall'Università di Plymouth hanno sottolineato come la presenza di un acquario all'interno di studi dentistici, ospedali, uffici e luoghi pubblici potesse essere positiva per il benessere delle persone.
Soffermarsi a osservare i pesci all'interno di una vasca, grande o piccola, fa diminuire la pressione arteriosa, regolarizza i battiti cardiaci, allenta le contratture muscolari e in prossimità di eventi chirurgici ha effetti ipnotici.

Con i bambini, gli adulti e gli anziani
L'acquariofilia trova ottimi riscontri con pazienti anziani malati di Alzheimer perché guardare le vasche colorate abitate da varie specie ittiche oltre a far diminuire l'aggressività tipica di questa malattia fa aumentare i livelli di attenzione, il rilassamento e in molti casi anche la memoria a breve termine.
L'acquario terapia, poi, è indicata per i bambini con deficit dell'attenzione ed iperattività; inoltre sembra che collocare l'acquario nella cameretta aiuti la concentrazione durante lo studio e favorisca il rilassamento notturno.
Poi, osservare il lento fluttuare dei pesci tra alghe e conchiglie, aiuta chiunque, grandi e piccini, sani e malati a rilassarsi e ad alleviare l'ansia della quotidianità.


Tipologie di acquario
Le vasche usate per l'acquario terapia cambiano a seconda che vengano utilizzate all'interno di uno studio con la presenza di un terapeuta esperto, oppure vengano messe in casa, in uno studio medico o in un ufficio pubblico.
Nel primo caso spesso si inseriscono anche stimoli multisensoriali come suoni, luci e immagini che aiutano le persone, sotto la supervisione di un professionista, a raggiungere stati di rilassamento profondo ma consapevole.
Inoltre in questo caso si fissano programmi mirati con obiettivi specifici a seconda del disturbo da curare.
Se, invece, l'acquario viene messo in casa, affinché apporti benefici, dovrebbe avere piantine, sassi, conchiglie ed essere abitato da coppie di pesci di sesso opposto che possono riprodursi; è importante pulirlo spesso e prendersene cura eliminando alghe e sporcizia.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami