Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Salute » Benessere » Nadi, i canali energetici che fanno scorrere il prana

Nadi, i canali energetici che fanno scorrere il prana

Le nadi sono, secondo la tradizione indiana, i canali energetici che scorrono nel nostro corpo. I principali sono tre: Ida, Pingala e Sushumna

Nadi, i canali energetici che fanno scorrere il prana

Letteralmente nadi significa proprio canale. Secondo gli antichi testi indiani, il nostro corpo è attraversato da 72.000 di questi "tubi" all'interno dei quali passa l'energia vitale (il prana). In realtà è più corretto parlare di energie, visto che sono quattro. Oltre il Prana c'è il Sapana, l'Apana e il Vyana. Attraversano il nostro corpo grazie alle nadi, lo nutrono dalla testa ai piedi e permettono l'intera esistenza. Oltre a controllare il sistema energetico, sono fondamentali anche per quello nervoso e quello fisico. Passano per tutti e sette i chakra . 

 

Le nadi sono state alcune volte paragonate ai meridiani energetici della Medicina Tradizionale Cinese, altre volte al sistema nervoso (dalla medicina occidentale). Non è corretto tutto questo perché si tratta di tradizioni e credenze molto distanti tra di loro. Sono cose non sovrapponibili, anche se studiandole possiamo notare alcune somiglianze.


Come sono composte le nadi?

Sono viste come dei canali che attraversano il corpo. Ogni nadi è un canale, il quale è composto da tre differenti strati. Quello esterno si chiama come l'intero sistema, cioè nadi. Quello intermedio è damani e quello interno è sira.

 

Di 72.000 nadi, nove sono particolarmente importanti per la tradizione yogica. Questo perché sei sono collegate agli organi di senso e gli orifizi. Ci sono gli occhi, la bocca, le orecchie, l'orifizio genitale, l'ano, le narici. Le altre tre sono, come dicevamo prima, Ida, Pingala e Sushumna.
 

 

Ida, Pingala e Sushumna

Ida e Pingala non fluiscono sempre con la stessa intensità. Alcune volte è più forte l'una dell'altra. In alcune persone Ida predomina su Pingala o viceversa. Sushumna come vedremo invece è spesso inattiva.

 

  • Ida è una delle tre nadi principali. Suo è il compito di controllare i processi mentali. Inizia nella parte destra del corpo e termina in quella sinistra, nella narice corrispondente. È lei che alimenta la nostra creatività, le idee, l'energia femminile. Viene vista come un'energia negativa e fredda. Collegata infatti alla luna e l'argento, stimola il sistema nervoso parasimpatico. A livello fisico influenza lo svuotamento della vescica, rafforza l'apparato digerente.Quando Ida predomina, l'energia mentale è più forte di quella fisica. Sono favoriti i lavori mentali.

 

  • Pingala è considerata l'energia maschile e calda, simboleggiata dal sole. Controlla il lato destro del corpo e termina nella narice corrispondente. Interviene su tutti i processi vitali, il battito cardiaco, il metabolismo. Quando Pingala predomina è l'energia fisica quella più attiva. Il carattere è più estroverso, siamo molto attivi e predisposti al movimento. La notte può essere più difficile trovare il sonno. 

 

  • Sushumna è parallela alla spina dorsale, parte dal primo chakra e arriva all'ultimo. S'incontra con Ida e Pingana all'altezza del terzo occhio. Nella tradizione yogica è la nadi inattiva, che può essere attivata solo grazie a una respirazione consapevole. Quando la kundalini si sveglia e risale lungo Sushumna.

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata
TAG  yoga  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami