Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Ricette » Alimenti » Carambola: il frutto dalle mille proprietà

Carambola: il frutto dalle mille proprietà

In Italia la carambola non è uno dei frutti più noti. Dalle mille proprietà, sta però pian piano arrivando sulle nostre tavole

Carambola: il frutto dalle mille proprietà

La carambola (Averrhoa Carambola) è una pianta sempreverde originaria dell'Asia tropicale. Arriva a misurare ben 10 metri e dai suoi rami pendono gli inconfodibili frutti esotici di colore giallo, a forma di stella a 5 punte. Qui in Italia viene importata la variante dolce, ricca di proprietà. Quella acidula invece, non è molto conosciuta. Potete acquistarla in moltissimi supermercati nelle grandi città.

Il gusto della carambola è un po' un mix tra anans e limone. Cento grammi di polpa hanno all'incirca 31 calorie. In Malesia fruttifica durante tutto l'anno e infatti rientra nell'alimentazione “perenne” degli abitanti del posto. Viene comunque coltivata anche in Brasile, Colombia e Israele. La sua maturazione avviene quando la temperatura è tra i 15 e i 20 gradi.


Un frutto "stellare"

La carambola, conosciuta anche come "star fruit" per via della sua forma a stella, può essere lunga dai 5 ai 15 centimetri. Viene usata in cucina per preparare cocktail esotici, gelati, canditi e marmellate. Il suo succo viene usato per realizzare anche particolari liquori distillati.
 
 

Proprietà della carambola

La carambola è ricca di vitamine, minerali e flavonoidi. Come gli agrumi, con i quali condivide il sapore acido, contiene acido citrico, malico, tartarico e fumarico. I benefici di questo frutto sono moltissimi.

È utilizzato come antidolorifico nel caso si voglia curare "naturalmente" mal di testa lievi ma soprattutto può essere di aiuto negli attacchi di nausea, anche quelli scatenati dal mal di auto o mal di nave. Aiuta a ritrovare il sonno perduto e rafforza il sistema immunitario nei confronti dei virus influenzali.


Come va consumata

Mangiate la carambola bella matura se volete sfruttare le sue proprietà digestive e leggermente lassative, altrimenti se necessitate di alimenti astringenti, scegliete il frutto quando è ancora un po' acerbo. Regola gli zuccheri nel sangue, rafforza il sistema cardiovascolare (grazie al potassio) e i muscoli. Se soffrite di ritenzione idrica, sappiate che la carambola regola i livelli dei liquidi, perciò potete prendere in considerazione d'inserirla nella vostra alimentazione.

Potete usare la carambola per realizzare succhi e centrifugati depurativi, aiuta il colon a liberarsi dalle sostanze tossiche e lo protegge. Infine ha proprietà diuretiche, espettoranti, anti-invecchiamento, battericida ed emostatico.


Come si mangia?

Potete mangiarla con la buccia, perché è molto sottile. Vi consiglio di gustarla quando è bella matura, così che sia più dolce. Ha una polpa succosa ma il retrogusto è sempre un po' aspro. Potete unirla all'insalata, mangiarla così com'è oppure utilizzarla per realizzare succhi, cocktail e torte.


Ci sono controindicazioni?

La carambola non ha controindicazioni degne di nota. Interrompete il suo consumo se notate reazioni allergiche o intolleranze. Attenzione poi, perché la presenza di acido ossalico nella polpa, fa sì che debba essere evitato da chi soffre di problemi renali. Per ogni dubbio o domanda, o in caso di delicate situazioni di salute, meglio comunque consultare sempre il proprio medico.

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami