Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Mamma » Infanzia » Come non far annoiare i bimbi in viaggio

Come non far annoiare i bimbi in viaggio

Come intrattenere i bambini durante i lunghi tragitti in auto? Vi diamo qualche suggerimento per non rimanere a corto d'idee

Come non far annoiare i bimbi in viaggio

Quando si tratta di organizzare un viaggio con dei bambini il principale problema che si pone è quello di intrattenerli e distrarli durante gli spostamenti.
Spesso infatti i bimbi sono obbligati a stare fermi nella stessa posizione per diverse ore, senza tanti giocattoli a portata di mano e con la tensione del viaggio e l’impazienza di arrivare a destinazione.

Se possibile può essere una buona idea cercare di far coincidere almeno parte del viaggio con le ore di sonno dei bimbi, soprattutto se si pensa di partire in macchina.
Ovviamente anche se i bimbi dormono è indispensabile assicurarli alla loro seggiolina per auto per garantire la loro sicurezza, staranno comodi e sicuri e la maggior parte del tragitto passerà senza che se ne accorgano.


Che fare quando si svegliano?
Non dimentichiamo che un viaggio è un’esperienza importante e può essere divertente anche per un bambino, non è necessario ricorrere alla soluzione facile di farlo stare tranquillo davanti a un film in dvd o a un videogioco.
Quando si viaggia si attraversano spesso paesaggi diversi dal solito e può essere interessante stimolare i bambini a individuarne i particolari e descrivere quello che vedono. Per esempio se i bimbi sanno leggere potete organizzare una specie di gara che si svolgerà cosí: si sorteggia chi comincia il gioco, che dovrà semplicemente nominare una cosa che vede dal finestrino. Ora tocca al secondo che dovrà cercare un altro oggetto (o animale, persona, dipende da che paesaggio attraversate) visibile dal finestrino che comincia con la lettera con cui finiva la prima parola. Un esempio: Il primo dice “mucca” il secondo risponderà “automobile” e di nuovo quello che ha cominciato dirà “erba”.
Uno dei vantaggi di questo gioco è che, costringendo i bambini a guardare fuori dal finestrino, è di grande aiuto per prevenire nausea e mal di macchina.


Dividere il viaggio in tappe virtuali
Se il viaggio è lungo può essere un buon trucco quello di dividerlo in “tappe” virtuali, come il raggiungimento di qualche città conosciuta o luogo famoso.
Per esempio possiamo preparare dei pacchetti con dentro piccole sorprese da distribuire ogni volta che si raggiunge un capoluogo, o che si attraversa un fiume.
Prepareremo quest’attività qualche giorno prima di partire, facendo vedere ai bimbi il tragitto da percorrere su una cartina e indicando i punti in cui riceveranno la sorpresa.
In questo modo saranno più consapevoli del viaggio e dei punti di sosta previsti, limitando o rimandando il fatidico “quanto manca?”.


Indovinelli e storie
Per i momenti più tranquilli preparate degli indovinelli o dei semplici quiz su misura per l’età dei bimbi in modo che possano riuscire a risolverli pensandoci un po’ e che non siano troppo facili altrimenti si annoierebbero. Teneteli pronti in una borsa dei giochi che terrete a portata di mano e leggeteglieli direttamente dando enfasi al senso di competizione innato nei bambini.
Potete anche inventare storie, magari con l’aiuto delle carte inventa-storie o con la tecnica di lasciare a ognuno il racconto di una parte. Nasceranno racconti originali e un po’ strampalati, che potrebbero diventare il filo conduttore dell’intera vacanza o essere annotate in un quaderno di viaggio.

Se soffrono di chinetosi, seguite i nostri consigli per farli stare meglio: Mal d'auto nei bambini.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  bimbi   viaggio  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami