Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Mamma » Gravidanza » Sesso del nascituro: 6 motivi per farlo rimanere una sorpresa

Sesso del nascituro: 6 motivi per farlo rimanere una sorpresa

Ci sono futuri genitori che attendono con ansia l'ecografia che rivelerà il sesso del bambino. Altri preferiscono avere la sorpresa al momento del parto e sono gli stessi che sostengono tesi interessanti a favore del non conoscere se sarà maschio oppure femmina

Sesso del nascituro: 6 motivi per farlo rimanere una sorpresa

La maggior parte delle coppie che aspettano un bambino desiderano sapere il prima possibile quale sarà il suo sesso perché così possono dedicarsi pazientemente all'acquisto di accessori adatti, colorare le pareti della cameretta di rosa o di azzurro e cercare il nome idoneo.
Si presentano impazienti all'ecografia della 20esima settimana di gravidanza o provano il nuovo test che già dalle prime settimane di gestazione, con una semplice goccia di sangue, svela se il piccolo sarà un bimbo o una bimba.
Tuttavia ci sono anche una schiera di futuri genitori che non vogliono assolutamente sapere il sesso del nascituro e preferiscono conoscerlo solo nel momento in cui il bebè uscirà dalla pancia della mamma!
Ma quali sono le motivazioni che possono spingere una coppia a puntare sull'effetto sorpresa?
Eccone 6!

  1. È divertente
    Uno degli aspetti davvero divertenti di non sapere se sarà maschio o femmina è vedere le facce stupite di amici e parenti, ma anche sconosciuti, quando gli si dice che ci si vuole riservare la sorpresa! Certa gente resta allibita e addirittura crede che questi genitori siano dei fuori di testa. Oppure a quel punto parte il toto scommessa in base alle credenze popolari sulla gravidanza che si basano sulla forma della pancia o sulle voglie della mamma.
  2. Mette alla prova la pazienza
    Il fatto di voler scoprire il sesso del nascituro solo al momento del parto tempra la pazienza delle persone che oggi giorno vogliono sempre sapere tutto e subito. È così bello, ogni tanto, lasciare che le cose seguano il corso del tempo e coglierle al momento giusto.
  3. Regala energia nel travaglio
    È risaputo che il momento del parto e del travaglio non sono propriamente privi di sofferenza e dolore; ma avere la voglia di conoscere il proprio bambino e il suo sesso aiuterà la mamma ad avere una carica in più!
  4. Si evitano regali inutili
    Ogni volta che si rivela il sesso del nascituro amici e parenti arrivano con body e tutine rosa o azzurre. Ma chi dice che tutti i genitori vogliono necessariamente far indossare ai propri figli capi di tale colore?
    Non sapendo se sarà maschio o femmina solitamente si scelgono abitini neutri, gift card o oggetti presenti nella lista di nascita che sono sicuramente più apprezzati ed utili!
  5. Ci si concentra su altro
    In fondo conoscere il sesso del futuro bambino ha poca importanza; serve solo a toglierci delle curiosità. La cosa importante, e grazie all'evoluzione della medicina oggi possibile, è sapere che il nascituro è sano e sta bene. Tutto il resto è poca cosa!
  6. Limita la delusione
    È normale che mamma e papà abbiano delle preferenze riguardo al sesso, anche se poi sapranno comunque amare e crescere alla perfezione qualunque bimbo. Scoprire durante la gravidanza che il bebè non è del “genere” voluto fa perdurare la delusione mentre scoprirlo dopo le fatiche del parto, quando la cosa importante è che tutto sia andato bene, limiterà di certo l'avvilimento.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami