Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Mamma » Allattamento » Allattare in modo corretto

Allattare in modo corretto

Consigli per pre, durante e post allattamento, un momento importante per mamma e bambino

Allattare in modo corretto

Allattare un bambino è una delle cose più belle che una mamma possa fare, non solo per la questione nutrizionistica che vi è alla base, ovvero un buon apporto di proteine, zuccheri e anticorpi utili per una sana crescita del bambino, ma anche dal punto di vista della relazione che vede infatti un contatto di pelle, di occhi, di mani e braccia che contengono.

 

Tranquillità e relax
AllattareAllattare dev’essere un momento tranquillo e anche molto intimo, in cui la mamma si concentra solo su questo, evita di fare altre cose come ad esempio parlare al telefono o stare al computer, perché deve dedicare quell’attimo solo a lei e al bambino, si tratta di un momento davvero speciale e unico che non va sprecato o gestito male o con poca attenzione.
Tranquillità e relax sono quindi le parole chiave per passare questo momento nel modo migliore possibile, associato ad una pausa successiva in cui sia la mamma sia il bambino devono riposarsi, magari schiacciando un pisolino.

 

Sonno
Per la mamma è necessario poter dormire bene, anche se a volte è difficile per le levate notturne, ma la produzione di latte buono e di corretta quantità è anche legata alle ore di sonno, alla tipologia e scelta dei diversi alimenti.
Tra gli aspetti poi da considerare, si deve controllare fin dai primi giorni che il bimbo si attacchi bene al seno, questo sarà importante per una corretta suzione, una giusta introduzione di latte, e per evitare che al seno della mamma possano verificarsi dei problemi, come ad esempio le dolorosissime ragadi.
 

Allattare

Preparazione pre-allattamento
Il seno prima dell’allattamento va preparato, è necessario lavarsi le mani e poi lavare entrambi i seni con acqua tiepida e passando una garza sterile. Inoltre la posizione migliore è quella seduta, scegliere quindi o il divano o una poltrona, questo è molto soggettivo poiché molte mamme preferiscono allattare sedute su una sedia con la schiena ben appoggiata, mentre altre prediligono stare sedute più comode, magari sul letto con la schiena appoggiata alla testiera.
Il bambino va stuzzicato con il capezzolo fino a quando poi spontaneamente si attacca in modo del tutto naturale e inizia la suzione. La durata dell’allattamento è di circa 10-15 minuti, alla quale dovrà seguire poi il ruttino, appoggiando il bimbo sulla spalla e dandogli delicati colpetti sulla schiena per favorire la fuoriuscita di aria, che diversamente potrebbe creare problemi al pancino.
Alternare i seni è la cosa migliore per stimolarli entrambi a livello di ghiandole, ma anche per evitare che solo uno sia troppo “utilizzato” e possa poi in qualche modo soffrirne.
Il seno va curato anche durante la gravidanza, leggete qui qualche consiglio: Curare il seno per l'allattamento.

 

AllattareIgiene post-allattamento
Subito dopo l’allattamento il seno va lavato solo con acqua tiepida, l’igiene è fondamentale per evitare che si annidino germi di qualche tipo in una parte così importante del corpo femminile. Il burro di karité potrebbe essere di aiuto da spalmare e massaggiare sul seno in caso di primi cenni di arrossamento o ragadi, tenete presente che se anche dovessero rimanerne microtracce non è pericoloso se ingerito.
Usate le coppette assorbenti sopra il capezzolo, in questo modo si eviterà di sporcare il reggiseno.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  allattamento  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami