Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Casa / Cucina » Vivere la Casa » Piante aromatiche, come curarle e usarle in cucina

Piante aromatiche, come curarle e usarle in cucina

E' possibile avere un piccolo orto di piante aromatiche da usare in cucina e sfruttarne le proprietà terapeutiche, ecco le più comuni

Piante aromatiche, come curarle e usarle in cucina

Le piante aromatiche, forse anche per la voglia di tutti di avere un piccolo giardino, si stanno diffondendo tantissimo su terrazzi, balconi e anche solo davanzali perché sono profumate, si possono usare in cucina e sono anche belle a vedersi. Ce ne sono veramente tante di queste piante, vediamo quali sono quelle più comuni e quali sono le loro proprietà.





Salvia
Salvia
O anche salvia comune, il nome scientifico è salvia officinalis ed è tra le piante più comuni (ci sono ben 1.000 specie) che può essere coltivata in vaso anche in casa o balcone.

Coltivazione: ha bisogno di sole e non necessita di tanta acqua.

Cucina: Oltre che per aromatizzare le carni, abitualmente arrosti e per condimenti di ravioli (vedi 'burro e salvia'), può anche essere fritta in pastella e mangiata come aperitivo o contorno.

Proprietà: ha proprietà disinfettanti e aiuta a proteggere e a fissare lo smalto dei denti.

Basilico
Basilico
Altra pianta molto conosciuta e molto profumata, famosa per essere l'ingrediente fondamentale del pesto genovese (ma ci sono ben 50 tipi diversi), anch'essa può essere coltivata in vaso, usato fresco perché secco perde tutte le proprietà oltre che il profumo.

Coltivazione: ha bisogno di sole ma di molta acqua.

Cucina: oltre al noto pesto, può essere usato nei sughi, si sposa bene con il pomodoro, aggiunto fresco nella carne e nelle verdura, al contrario di altre è una spezia forte che va usata sola per evitare che 'uccida' le altre.

Proprietà: ha proprietà digestive e disinfettanti per lo stomaco e antinfiammatoria per il cavo orale.

Origano
Origano
Con le altre due precedenti forma un terzetto delle spezie per eccellenza. Usato molto nella cucina del centro-sud, usato anche secco si identifica spesso con la pizza, dei 50 tipi è abituale l' Origanum Vulgare.

Coltivazione: è possibile tenerlo in vaso, al sole, non ha bisogno di molta acqua, ma deve essere bagnato poco ma spesso, lontano dal mare perde un poco del suo profumo.

Cucina: usato sia fresco sia secco, si sposa con tutto, dalla carne alle verdure, cotte o crude e anche insieme ad altre spezie.

Proprietà: ha proprietà analgesiche e antispasmodiche come il mal di testa o la tosse.

Maggiorana
Maggiorana
Simile all'origano, fa parte della stessa famiglia e spesso viene confusa. Ha però le foglie più tonde e una struttura a caduta con fusto meno rigido (la pianta crescendo cade verso il basso). Il profumo e il sapore è meno intenso dell'origano.

Coltivazione: è possibile tenerla in vaso, al sole, non ha bisogno di molta acqua, ma deve essere bagnata poco ma spesso.

Cucina: come l'origano può essere usata sia fresca sia secca, si sposa con tutto e sta bene anche insieme ad altre spezie.

Proprietà: come l'origano.

Rosmarino
Rosmarino
Il rosmarino è un grande alleato dell'arrosto e pianta nota sin dall'antichità anche come profumazione per gli ambienti.
Coltivazione: pianta che ama il caldo, soffre l'aria corrente, meglio appoggiarla a muri in angoli riparati dall'aria, non ha bisogno di tanta acqua e di molta terra.

Cucina: come già detto si sposa bene con la carne e in mix con altre erbe

Proprietà: come la menta, aiuta nella digestione e nel disinfettare il cavo orale.


Timo
Timo
Il timo è una pianta dalle diverse varietà che in alcune sue varianti è molto decorativa, dai fiori colorati e dalle foglie di verdi diversi, il classico vulgaris oppure il citrodus (ha anche odore di limone) oppure l'herba barona che ricorda il cumino.

Coltivazione: è possibile tenerlo in vaso, al sole, non ha bisogno di molta acqua, ma deve essere bagnato poco ma spesso.

Cucina: si usa abitualmente il timo vulgaris come spezia, adatta alla carne e al pesce, si abbina bene anche con altre spezie.

Proprietà: le sue proprietà antisettiche per l'apparato gastrointestinale aiutano chi ha difficoltà... Adatto anche per la tosse ed infiammazioni ai bronchi.

piante aromatiche
Menta
Pianta profumata e collegata ai cocktail (Mojito!) e ai dolci, anche di questa ce ne sono diverse varietà, più o meno dolci (come la menta piperita), tra le più antiche usata come medicinale e anche come distillato.

Coltivazione: la menta sta bene al sole ma anche all'ombra, dipende dalla qualità, la mezza ombra è un buon compromesso, sta bene anche in vaso. Deve essere bagnata direttamente in base alla temperatura e mai sulle foglie per non farle perdere profumo.

Cucina: adatta come distillato a dissetare oppure impiegata in preparazioni dolci oppure associata fresca al pomodoro o alle zucchine.

Proprietà: ha proprietà digestive e rinfrescanti per l'alito, è anche un anestetizzante essendo ingrediente base del mentolo che raffredda inibendo la sensazione di dolore.

piante aromatiche
Ci sono anche altre piante come la liquirizia, particolarmente decorativa e profumata dai fiori gialli e dalle foglie con proprietà cicatrizzanti, in tisana adatta come antiulcera e digestiva, si adatta bene al vaso in pieno sole con poca acqua. La limoncina, che dona un piacevole profumo di limone, può essere usata per profumare la carne, oppure in tisana ha proprietà sedative calmanti. Le foglie mantengono il profumo per molto tempo, anche anni, la si può quindi usare nei pout-pourrì per profumare gli ambienti.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami