Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Bellezza » Profumi » Come scegliere il profumo giusto - Parte 1 di 2

Come scegliere il profumo giusto

Famiglie, note di testa, cuore e coda, “acque” profumate: ecco la nostra mini guida all’acquisto della fragranza che fa per te!

Come scegliere il profumo giusto

Chiudi gli occhi e il mondo dei profumi ti avvolge come per magia. Profumi legati ai ricordi, all’ambiente circostante o alle meravigliose “acque” che sei solita vaporizzarti prima di uscire. O, meglio, che se solita indossare prima di uscire. Perché, esattamente al pari di un abito, il profumo si indossa. Ti veste e ti rappresenta, dicendo qualcosa di impostante su di te a chi ti è accanto. Ecco perché è importante saper scegliere la fragranza “giusta”. Quella in grado di presentarci proprio come fa un biglietto da visita.


Scegliere o cambiare il profumo, trovando quello “giusto”, può essere semplice ma anche molto complicato. L’universo olfattivo è praticamente infinito, caratterizzato dall’incontro di essenze più disparate. Saper individuare il cocktail aromatico che fa per te può richiedere anche del tempo. A questo, si aggiunge la difficoltà di saper distinguere quello che piace da quello che “sta bene” perché se l’olfatto sceglie una fragranza non è detto che questa si sposi con il pH della tua cute. Il consiglio degli esperti (che non a caso si chiamano “nasi”!) è di provare per qualche giorno che effetto fa la fragranza che ti ha colpito, sia sulla pelle sia sull’umore. Poi, seguendo l’istinto, decidere il da farsi.

Questione di famiglia
Avere le idee chiare sull’essenza che vorresti trovare nel profumo è un ottimo punto di partenza. Muoversi all’interno delle variegate famiglie olfattive, infatti, non è semplicissimo! I creatori di profumi ne hanno individuate ben sette: agrumata o esperidata, in cui predominano il bergamotto, limone, mandarino, cedro, arancio amaro e pompelmo; floreale, dedicate a un solo fiore o a un bouquet; legnosa, con protagonisti i legni di cedro, vetiver, sandalo; cipriata, con fragranze caratterizzate da accenti agrumati e di muschio di quercia, patchouli e labadano; orientale o ambrata, con essenze esotiche e intense (spezie, vaniglia, legni e muschi); fougèrie, per lo più maschile, con profumi dalle sfumature agrumate e speziate, e cuoiate con jus dall’odore di cuoio o nappa, con accenti di tabacco.


Di , © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami