Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Bellezza » Capelli » Frangia, istruzioni per l'uso

Frangia, istruzioni per l'uso

Perfetta per regalare una ventata di freschezza alla propria immagine, la frangia ha però delle sue “regole”. Ecco come scegliere quella "giusta"

Frangia, istruzioni per l'uso

Da sole o con l'aiuto del parrucchiere (al quale è meglio rivolgersi almeno la prima volta!) la frangia diventa, prima o poi, una... tentazione. Tornata di moda dopo qualche stagione, è perfetta quando si ha voglia di cambiare qualcosa del proprio look, senza stravolgere più di tanto il taglio (se ad esempio siamo affezionate alle nostre lunghezze che rimangono comunque il trend di stagione) la frangia può rappresentare la soluzione ideale.
Ma anche la frangia ha le sue regole che dipendono dalla forma del viso e dalla corposità dei capelli. Laterale, “piena”, irregolare, corta, “aperta”... posticcia: ecco come regolarsi per scegliere quella che fa per te, magari lasciandosi ispirare dalle stelle del firmamento hollywoodiano.

Laterale
Elegante e glamour, la frangia pettinata di lato va bene per ogni forma del viso, tutti i tipi di capelli, spessori e lunghezze. Se i capelli sono lisci, basta asciugarla anche naturalmente, in caso diverso basta disciplinarla con un prodotto per lo styling da applicare sulla frangia umida e asciugando con il beccuccio del phon diretto verso il basso.

“Piena”
Lunga e “pesante”, in perfetto stile Anni '60, questa frangia sta bene a chi hai capelli lisci e dritti, sia fini che spessi e, grazie al suo effetto “pieno”, assottiglia un viso ovale o con mento pronunciato. Per definirla bisogna applicare, su bagnato, una crema styling, che consentirà una messa in piega con spazzola rotonda e phon e concludendo con un passaggio di piastra per dare une ffetto-luce.

Sbarazzina e nature
Dal finish irregolare, la frangia “sfilzata” si adatta a tutti i tipi di volto, compresi quelli dai lineamenti meno regolari. La separazione in ciuffi - centrali o laterali - aggiunge una piccola imperfezione allo stile, contribuendo a renderlo un pochino più...rock. Per lo styling basta asciugarla con il phon senza beccuccio e, a metà asciugatura, pettinarla lasciando i ciuffi nature.

Corta
Style Audrey Hepburn in Sabrina, il pregio della frangia corta (grosso modo due dita sopra le sopracciglia) è quello di rendere più sbarazzino e giovanile un taglio, meglio se corto. Assottiglia inoltre un viso tondo e fa apparire più ampia una fronte non molto spaziosa e dall'attaccatura irregolare. Si mantiene facilmente in (dis)ordine, lasciandola asciugare all'aria utilizzando eventualmente un po' di gel per controllare i ciuffi ribelli.

"Aperta"
Questo tipo di frangia lunga, pettinata con una grande apertura centrale in modo che i due ciuffi laterali cadano all'altezza degli occhi (da enfatizzare con il giusto make up!), è perfetta per evidenziare gli zigomi. Sta bene soprattutto ai visi ovali o rotondi. Per un effetto long lasting va disciplinata con la piastra.

...finta!
Si tratta di un'extension da utilizzare a seconda dell'occasione, ma è anche un ottimo modo per “provare” la frangia senza tagliarsi i capelli. Si applica infatti con un invisibile sistema a clip senza ricorrere al parrucchiere. Importante è sceglierla di buona qualità e del colore il più possibile simile a quello dei propri capelli.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  frangia  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami